Napolitano: dopo le elezioni, politica estera ed economica non cambieranno

14 dic. – Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, incontrando oggi al Quirinale il corpo diplomatico, ha citato un recente discorso del presidente della Bce, Mario Draghi, cogliendo l’occasione per assicurare che il prossimo governo e il prossimo parlamento non si dovranno discostare da alcune linee precise di politica economica.

I buoni risultati ottenuti finora per bloccare la crisi, sono le parole di Draghi citate da Napolitano, poggiano sulla “determinazione dei governi nel perseguire il comune impegno a riformare la governance dell’area euro e nel garantire l’impegno di ogni singolo governo a ristabilire nel proprio Paese condizioni di competitivita’ che alimentino crescita equilibrata e occupazione”. Questo, ha chiosato Napolitano, “e’ quello che l’Europa e l’Italia devono fare.

Dal Britannia alla Goldman Sachs: Draghi svelato in Germania

Non se ne discostera’ l’Italia non potranno discostarsene il Parlamento e il Governo che scaturiranno dalla ormai imminente, normale prova democratica delle elezioni generali”. “Nel naturale succedersi dei parlamenti e dei governi, gli assi portanti delle nostre relazioni internazionali non cambiano, come non cambia il rispetto degli impegni presi. Lo dimostrano tre generazioni di storia repubblicana”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ricevendo oggi al Quirinale il Corpo Diplomatico per gli auguri di fine anno. agi

Condividi