La Formula 1 potrebbe tornare ad Imola, il sindaco: “Ma solo senza royalty”

IMOLA – Secondo il sito “F1 web”, in un articolo pubblicato qualche giorno fa, nel calendario 2013 della Formula 1 ci sarebbe una data ancora libera e destinata all’Europa: in ballo per ospitarla potrebbe esserci anche Imola che pero’, recita sempre l’articolo, di fronte a questa possibilita’ “dorme”.

Il sindaco Daniele Manca, interpellato oggi dalla stampa a margine della presentazione del bilancio comunale, cade dalle nuvole. Anzi, sente proprio puzza di “bufala”. Se Imola non ha neanche risposto, scherza Manca, vuol dire che Bernie Ecclestone, patron della F1, “avra’ chiamato Federico Bendinelli”, gestore dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari ai (vecchi) tempi della Sagis.

Piu’ seriamente, la notizia “la apprendo ora- assicura Manca- perche’ nessuno mi ha parlato di questo Gran premio” nel 2013. “E’ impossibile” che ci sia qualcosa in movimento, aggiunge il sindaco, “l’Autodromo ci avrebbe chiamato”.

Detto questo, “se ci vengono fatte delle proposte- manda a dire il sindaco- le nostre porte sono sempre aperte”. Ad una condizione, pero’. Non certo piccola. Manca, infatti, sarebbe disponibile ad assecondare il ritorno della F1 sul Santerno solo se Ecclestone rinunciasse alla pesante royalty chiesta a chi ospita un Gran premio. Se la gara venisse a costare quanto costa agli altri circuiti europei “sarebbe insostenibile”, mette in chiaro il primo cittadino. Di mettere una “ipoteca” sulle spalle della citta’ non se ne parla, afferma Manca, sottolineando che ci vorrebbero “dagli otto ai dieci milioni di euro per coprire la differenza tra quanto si riesce ad incassare con i biglietti e la royalty”.

Altro discorso, invece, sarebbe se Ecclestone “gestisse l’evento- continua Manca- e noi negoziassimo un contributo sostenibile”, lasciando dunque allo stesso Ecclestone opportunita’ e rischi derivanti dallo sbigliettamento (quello che accade, attualmente, con la Superbike). Una formula a cui Manca rivela di aver gia’ pensato, piu’ che per il 2013, in vista del 2014: quell’anno, infatti, cade il ventesimo anniversario della morte del campione brasiliano Ayrton Senna, scomparso in un incidente proprio a Imola.

dire.it

Condividi