27enne uccide la moglie a coltellate

10 dic – Una coppia in crisi, un incontro nel tentativo di ricucire il rapporto, un’altra giovane donna vittima della furia cieca del marito. Accade a San Felice a Cancello, nel casertano. Dopo il perdurare di litigi familiari, Giovanna De Lucia e il marito Giovanni Venturano, entrambi 27enni, si erano lasciati e lei con i tre figli, era tornata a vivere con la madre.

Venturano intorno alle 15 di ieri era andato a trovarla. Dopo essersi chiusi da soli in una stanza e dopo l’ennesima lite, l’uomo ha colpito ripetutamente la donna con un coltello con una lama lunga 20 centimetri, alla schiena, al petto e alla gola. Inutile il soccorso da parte di sanitari del 118, chiamati dai familiari della donna, e il trasporto all’ospedale di Maddaloni.

Giovanna De Lucia e’ morta intorno alle 18 di ieri pomeriggio. Il marito, dopo aver infierito su di lei, ha cercato di togliersi la vita utilizzando la stessa arma, ma si e’ procurato solo lesioni all’addome e alla gola.
Ora e’ ricoverato e piantonato in stato di arreso all’ospedale di Caserta. I carabinieri, intervenuti nell’appartamento di via Polvica su indicazioni del 118, hanno ricostruito l’accaduto.
Al momento dell’omicidio, in casa Giovanna De Lucia era con la madre e i tre figli. Lei era casalinga, Venturano gestisce un banco di frutta e verdura in un mercato a San Felice. (AGI) .

Condividi