Acqua, Federutility: con l’aumento delle tariffe siamo piu’ vicini alla Ue

5 dic – ”E’ un primo passo positivo. La relazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas dimostra che si e’ passati finalmente a parlare di acqua ed economia senza pregiudizi’‘.

Cosi’ Roberto Bazzano, presidente di Federutility, la federazione che associa i Gestori idrici in Italia, al termine della Conferenza nazionale sull’acqua organizzata dall’Autorita’ per l’energia. ”Il presidente Bortoni – afferma Bazzano – ha sottolineato due passaggi fondamentali per la sostenibilita’ del servizio idrico. Il primo e’ che si affermano i due principi cardine in tutt’Europa: la tariffa deve coprire tutti i costi e chi inquina paga, principio, quest’ultimo, destinato a spingere gli investimenti del settore della depurazione”.

Acqua: aumento delle tariffe dal 2013, urgenti 65 mld di interventi

”Il secondo passaggio importante – continua Bazzano – e’ quello nel quale si spiega come il diritto all’acqua e la tutela degli utenti si concretizzino solo con investimenti in infrastrutture”. ”Con queste premesse – ha concluso il presidente di Federutility – e’ naturale che collaboreremo con l’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas con lo stesso impegno con il quale dal 1994 – dalla precedente riforma del settore con la Legge Galli, cioe’ – abbiamo lavorato con gli Ato, le Autorita’ d’ambito e le istituzioni locali”. ansa

Condividi