Siria: ribelli attaccano scuola a colpi di mortaio, strage di studenti

 4 DIC – Attacco ”terroristico” dei ribelli contro la scuola primaria di “Battiha” nel campo Wafideen, a Damasco.

Non si ferma la violenza in Siria. Un mortaio lanciato dai ribelli ha colpito poco fa una scuola nei pressi di Damasco uccidendo otto bambini. Lo riporta la televisione siriana spiegando che l’attacco e’ avvenuto alla scuola Bteiha nel campo Wafideen, vicino la capitale, e che oltre ai bambini sarebbe morto anche un insegnante.

Siria, Terzi: sostegno politico ed economico a forze che si oppongono ad Assad

Intanto si e’ appreso che la Russia non sedera’ al tavolo degli Amici della Siria, il prossimo 12 dicembre in Marocco. Lo ha reso noto il dipartimento informazioni del ministero degli Esteri russo, citato dall’agenzia Interfax. “La nostra posizione nei confronti di forum unilaterali, come quello degli ‘Amici della Siria’, e’ una questione di principio e rimane invariata – ha dichiarato il dipartimento – Di conseguenza, la Russia non ha intenzione di partecipare all’incontro di Marrakesh”. Il dicastero ha poi ribadito che Mosca e’ per una soluzione pacifica della crisi siriana, “senza interventi esterni”. agi

 

Condividi