Fmi: economista uscente denuncia “fallimenti” e “incompetenza” dell’istituto

(Il Sole 24 Ore Radiocor) – New York, 22 lug – Peter Doyle, consigliere del dipartimento europeo del Fondo monetario internazionale e in procinto di lasciare il proprio incarico, ha criticato l’istituto di Washington per il “fallimento” in materia di sorveglianza in relazione alla crisi europea. “Dopo vent’anni di servizio mi vergogno di avere avuto a che fare con il Fondo“, si legge nella lettera di dimissioni, ottenuta da Cnn, in cui Doyle accusa l’istituto di “incompetenza” e di incapacita’ di leggere segnali che erano stati “identificati molto in anticipo”

L’economista usa parole durissime, anche nei confronti di chi guida e ha guidato l’istituto: “la scelta dei direttori generali, nell’ultimo decennio, e’ stata fallimentare” e “anche l’attuale capo del Fmi non e’ senza colpe”.

Condividi