Monti: ora affrontare i problemi. E l’Italia regala dramma-terapia e gite a ospedale psichiatrico libanese

3 luglio – “Se per decenni si indulge ad assecondare un superficiale ‘tiriamo a campare’ oppure si indulge nell’iniettare nei cittadini la sensazione che tanto il Paese puo’, per le sue risorse, non affrontare problemi seri che le altre nazioni affrontano, forse deve venire il momento in cui, anche a scapito di una temporanea perdita di speranza, bisogna affrontare i problemi seri“. Lo ha detto Mario Monti alla presentazione del libro di Andrea Riccardi “‘Dopo la paura la speranza”.

Intanto, con i fondi dell’ambasciata italiana in Libano, vengono finanziate sessioni di dramma-terapia e altre attività terapeutiche artistiche per a migliorare le condizioni di salute dei pazienti psichiatrici, sviluppando una più efficace comunicazione tra di loro e aiutandoli ad esprimere le emozioni represse e a sviluppare l’empatia verso gli altri. Del programma fanno parte anche gite nelle località turistiche del Libano.

L’iniziativa è stata prodotta dall’organizzazione Catharsis e si è svolta con la supervisione di Zeina Daccache, che negli ultimi anni ha messo in scena altri spettacoli nelle carceri libanesi.

Fin dal 2010 Catharsis lavora nell’ospedale Al Fanar, a Zahrani, con fondi dell’ambasciata italiana.

Condividi