Filippine, prete italiano ucciso a Mindanao

Padre Fausto Tentorio

Cotabato (Filippine), 17 ott. – Un sacerdote italiano e’ stato ucciso all’interno della sua Chiesa sull’isola di Mindanao (nel sud delle Filippine), culla del separatismo musulmano. Un uomo armato ha aperto il fuoco e ucciso padre Fausto Tentorio, nella citta’ rurale di Arakan.

Secondo un portavoce della polizia l’uomo e’ comparso all’improvviso e senza alcuna provocazione ha colpito la vittima. Tentorio e’ stato portato in ospedale, ma i medici non hanno potuto far altro che accertarne il decesso. La polizia locale ha aggiunto che il killer, il cui movente non e’ chiaro, e’ fuggito.

AMBASCIATORE ITALIANO: SCORTA A TUTTI I MISSIONARI

Un funzionario locale, che conosceva Tentorio, ha detto che il sacerdote, che aveva una sessantina d’anni, era da tempo il parroco della zona e non aveva nemici: “Era una persona gentile e piaceva a tutti”, ha raccontato.

Nell’area operano vari gruppi armati, tra cui i ribelli separatisti musulmani che portano avanti da decenni una ribellione contro il potere centrale, e anche ex guerriglieri, che spesso praticano sequestri di persone e rapine. Gli estremisti musulmani nel passato hanno spesso rapito i sacerdoti cattolici.

agi

Condividi