Primo morto per la rivolta a Londra

David Cameron

Sale la tensione a Londra. Al terzo giorno, la guerriglia si estende ad altre città inglesi. E’ morto il 26enne ferito a Croydon. Sono oltre 450 gli arresti e 58 feriti, due gravi.

«E’ pura e semplice criminalità», dice il premier Cameron, che ha convocato in seduta straordinaria il Parlamento per venerdì e annunciato l’impiego di 16.000 agenti in strada.

Cancellata l’amichevole Inghilterra-Olanda, in programma domani a Wembley. La Farnesina attiva un numero di emergenza per gli italiani.

Condividi