Svezia: spari tra gang rivali, uccisa 12enne

04 AGO – Shock in Svezia per la morte di una dodicenne colpita da un proiettile vagante a Stoccolma sparato da una macchina in corsa. La ragazzina stava portando a spasso il cane nel quartiere Botkyrka ed è stata colpita davanti ad un benzinaio.

La polizia ha aperto un’indagine per capire a chi fossero indirizzati i proiettili ma è probabile che si tratti di un regolamento di conti tra gang rivali. Al momento non è è stato arrestato nessuno, secondo i media locali gli agenti stanno interrogando il guidatore di un’auto bianca che si trovava vicino al luogo dell’incidente. Il ministro della Giustizia svedese Morgan Johansson si è detto “disgustato” per l’accaduto e ha assicurato “più polizia e sentenze più dure”. Nella prima metà del 2020 in Svezia ci sono state 163 sparatorie che hanno causato 20 morti. L’anno scorso 334 e 42 vittime. (ANSA).

Secondo i dati della polizia svedese, nei primi sei mesi del 2020 sono state uccise venti persone nel corso di 163 sparatorie. Nel corso del 2019, invece, 42 persone hanno perso le vite in 334 sparatorie segnalate.

Svezia, criminalità a Malmö: droni in azione contro le gang

LA SVEZIA È PERSA, il governo non ha più il controllo

Attentati, omicidi, stupri e rapine: la Svezia è fuori controllo

 

Condividi