Migranti, Alarm Phone: altri 140 in pericolo

Alarm phone ha raccolto un altro SOS, lanciato poco dopo la mezzanotte di domenica da un barcone in zona SAR Maltese, con 95 persone a bordo. Nei due messaggi che si susseguono a distanza di poche ore, si chiede un intervento urgente perché l’imbarcazione prende acqua e rischia di colare a picco.

“Le persone in pericolo dicono di non poter rimuovere l’acqua dalla barca perché è sovraffollata. Urlano: “stiamo morendo!”. Il mercantile Maridive230 è a 20 miglia dalla barca e potrebbe ricevere ordine di soccorrere ma non rispondono alle nostre chiamate”, scrive Alarm Phone su Twitter.

Intanto un’altra imbarcazione con 45 persone ha richiesto soccorso. “Un’altra barca in pericolo con 45 persone in fuga dalla Libia ha chiamato #AlarmPhone stanotte. Sono in zona SAR di Malta e chiedono soccorso immediato. Di nuovo le autorità sono informate ma non rispondono. Malta, il soccorso in mare è un vostro dovere!”, si legge in un altro tweet.

Sono così 140 le persone in mare che chiedono soccorso e un porto sicuro, mentre a Lampedusa gli sbarchi senza sosta degli ultimi giorni si stanno trasformando in una crisi umanitaria, a causa dei mancati trasferimenti dei migranti sulla terra ferma. it.sputniknews.com

Condividi