Coronavirus, Burkina Faso: colpiti vertici dello Stato e corpo diplomatico straniero

In Burkina Faso, uno dei Paesi più poveri al mondo, il coronavirus sta colpendo in maniera clamorosa i vertici dello Stato e anche il corpo diplomatico straniero.
Il Paese, che è fra i 15 al mondo col minore Pil pro capite secondo la classifica della Banca mondiale, ha registrato questa settimana la prima vittima da Covid-19 di tutta l’Africa occidentale: come ha scritto il sito della Bbc mercoledì citando le autorità burkinabe, a morire è stata una vicepresidente dell’Assemblea nazionale, Marie Compaorè, 62 anni. diabetica.

Ma a risultare positivi sono stati anche tre ministri: quello dell’Amministrazione territoriale, il collega responsabile dell’Agricoltura e perfino il capo della diplomazia, il ministro degli Affari esteri Alpha Barry, impedendo lo svolgimento di una riunione di governo prevista per mercoledì, riferiscono media locali come il sito Dakar7.

Ad ammalarsi sono stati pure due consiglieri del presidente della repubblica i quali, al pari dei ministri, sono ora in quarantena.
I contagiati in Burkina Faso sono più di 40, riferiscono fonti a Ouagadougou dove è in quarantena anche l’ambasciatore d’Italia, Andrea Romussi. Il diplomatico, 47enne, ha avuto la febbre per un paio di giorni ma ora – si apprende – è in buone condizioni.  ANSA

Condividi