Coronavirus, 650 contagi e altri 3 morti. Borrelli: tutto normale

Sono saliti a 650 i positivi al Coronavirus in Italia. Si registrano poi altri tre decessi in Lombardia, tutti di ultraottantenni. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, facendo il punto sull’emergenza.

“Tutto è nella norma, non c’è nessuna criticità nella zona rossa”, ha detto Borrelli. “Il Dipartimento ha reso disponibile e stanno arrivando oltre 35 mila mascherine in Emilia Romagna Piemonte, Lombardia e Veneto”.

Un anestesista dell’ospedale San Paolo di Milano è risultato positivo al coronavirus Sars-Cov-2. Il medico è comunque in buone condizioni, presenta solo qualche linea di febbre al momento. E’ ricoverato in isolamento presso il reparto di malattie infettive dello stesso ospedale, secondo quanto si apprende da fonti qualificate.

L’epidemia si sta globalizzando, non è più un fatto locale“, spiega il fisico esperto di sistemi complessi Alessandro Vespignani. I dati odierni, infatti, confermano che per il secondo giorno consecutivo la Cina non detiene più il primato dei nuovi contagi, superata dalla Corea del Sud. E nuovi Paesi come Danimarca, Romania ed Estonia stanno annunciando i loro primi casi.

Dal Messico, intanto, pur fra le proteste di alcuni cittadini, arriva il via libera all’attracco a Cozumel della nave ‘Msc Meraviglia’, che era stata respinta da due porti dei Caraibi.  ANSA

Condividi