Gerusalemme: Macron caccia polizia israeliana da chiesa di sant’Anna

Condividi

 

Un duro confronto verbale è avvenuto tra il presidente francese Emmanuel Macron e la polizia israeliana, nella città vecchia di Gerusalemme, all’entrata della Chiesa di Sant’Anna. A scatenare il confronto sarebbe stata la volontà delle forze di sicurezza di entrare all’interno del luogo sacro insieme al presidente francese.

La chiesa è stata donata nel 1855 ai francesi dalle autorità dell’Impero Ottomano ed è pertanto territorio francese e la polizia israeliana non ha giurisdizione. Secondo quanto riferisce l’emittente televisiva francese “Bfm”, questa mattina poco prima dell’arrivo di Macron le forze di sicurezza israeliane avrebbero tentato di entrare nella basilica, probabilmente per verificare la sicurezza del luogo, ma ne sarebbe scaturito un diverbio con gli agenti della sicurezza francese già presenti nell’edificio. Tale situazione si è ripetuta una volta che il presidente francese è giunto sul luogo, suscitando l’indignazione di Macron che ha ripreso il cordone di sicurezza della polizia israeliana: “Tutti conoscono le procedure. Non mi piace quello che avete fatto. Per favore ora andate via da qui. Nessuno voleva provocare nessuno. Per favore, rispettate le regole che sono state praticate per secoli. Tutti rispetteranno le regole”.

Un incidente simile è accaduto nel 1996 con il presidente francese Jacques Chirac, che ha affrontato le forze di sicurezza israeliane fuori dalla Chiesa del Santo Sepolcro che lo stavano proteggendo dai cittadini di Gerusalemme Est che cercavano di stringergli la mano.

Agenzia Nova

Seguiteci sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguiteci sul Social VK https://vk.com/imolaoggi

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -