Acunzo (M5s): non verserò i rimborsi sul conto di Di Maio

Nicola Acunzo è uno dei deputati finiti nel mirino dei probiviri del Movimento 5 Stelle in merito alla questione rimborsi. In attesa di capire cosa decideranno di fare i vertici grillini con i morosi, Acunzo esce allo scoperto e dichiara di non aver rimborsato neanche un euro nel 2019 per una “questione politica”. Intervistato dall’Adnkronos, ha spiegato di aver “sospeso le restituzioni affinché avvenga un chiarimento sul cambio di modalità dei versamenti. Mi devono ammazzare se non mantengo l’impegno con i cittadini e con il M5s, ma la modalità deve essere quella del 2018“.

Acunzo fa riferimento al fatto che nell’ultimo anno è stato aperto un conto ad hoc del comitato rimborsi, gestito direttamente da Luigi Di Maio e dai capigruppo di Camera e Senato“.

Restituzioni, Fattori (ex M5s): 4 milioni sono su conto privato di Di Maio e soci

“Nel 2018 il sistema era molto trasparente – ha sottolineato il deputato grillino – nel 2019 è cambiato e quindi ho sospeso le restituzioni e spero si sblocchi la situazione. Con questo nuovo sistema non mi sento orgoglioso di far parte del Movimento”. L’ex attore campano ne fa quindi una questione di principio, oltre che politica: “Io sono un uomo libero. Mi interessa che il popolo e le persone che mi hanno votato sappiano che Nicola Acunzo è un uomo d’onore e manterrà questo impegno, ma con le modalità del 2018. Abbiamo già cambiato troppe cose. Non sono entrato in politica per fare come hanno fatto negli altri partiti, altrimenti sarei rimasto sul set”. liberoquotidiano.it

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi