Ex magistrato padre della Saraceni, condannata per l’omicidio D’Antona, sta con le sardine

 

Anche Luigi Saraceni – padre di Federica, l’ esponente delle Nuove Brigate Rosse condannata, in via definitiva, a 21 anni e sei mesi di reclusione nel processo per l’ omicidio di Massimo D’Antona – si schiera con le Sardine. In un post su Facebook, l’ ex magistrato ha annunciato che potrebbe essere in piazza a Roma, dove il movimento si ritroverà – dalle 15 – in piazza di Porta San Giovanni. «Non so se il 14 ce la farò ad andare alla manifestazione delle sardine. Chiunque può deve andare, piazza San Giovanni deve tornare ad essere nostra».

Saraceni non fa mistero delle sue posizioni politiche: in un altro post ha attaccato le «spudorate menzogne di Meloni e Salvini a proposito del Mes. L’ orribile duo parafascista fonda la sua propaganda sulla paura, accusando il governo di alto tradimento e di versare il sangue degli italiani». Giusto giovedì, il movimento ha lanciato su Facebook l’ hashtag #sardineantifasciste.

video di Agenzia Vista

Padre della ex Br Saraceni: ”che ne facciamo dei condannati senza reddito? Li buttiamo in discarica?”

“La legge prevede che lei abbia il sussidio, ma, al di là del caso particolare di mia figlia, la questione è: una persona che è stata condannata a una lunga pena, che l’ha scontata quasi tutta, che non ha un reddito, cosa ne facciamo? La buttiamo nella discarica? Le diciamo vai a fare la prostituta…

Inps: ex brigatista Saraceni ha diritto a reddito di cittadinanza

“Stiamo verificando i requisiti reddituali, occupazionali, patrimoniali. I requisiti che competono all’Inps ci sono”. Ad affermarlo è il presidente dell’Inps Pasquale Tridico dopo le polemiche sollevate a proposito dell’erogazione del reddito di cittadinanza all’ex terrorista Federica Saraceni, condannata per l’omicidio del giuslavorista Massimo D’Antona. “La norma prevede che se una persona ha avuto una condanna…

Ex brigatista condannata per omicidio D’Antona ai domiciliari con reddito di cittadinanza

Condannata a 21 anni e sei mesi per l’omicidio del giuslavorista Massimo D’Antona, l’ex terrorista Federica Saraceni dal 2005 è ai domiciliari e, come rivela La Verità, dallo scorso agosto riceve il reddito di cittadinanza, un assegno da 623 euro, nonostante tra i requisiti per ottenerlo ci sia quello di non essere sottoposti a ‘misura…

 

Condividi