Riforma Mes, Salvini contro Conte: se ha firmato, ponga rimedio adesso

Condividi

 

Se quello che circola su Giuseppe Conte e il Mes fosse vero, il governo dovrà far fronte all’ennesima rogna. Matteo Salvini, infatti, ha riferito delle voci che circolano in merito a “un accordo nascosto in Europa firmato per modificare il Meccanismo europeo di stabilità”. Il leader leghista ha tutta l’intenzione di far luce sulla vicenda interrogando il premier bis e l’allora ministro Giovanni Tria su quanto avvenuto a giugno.

Sembra che senza l’autorizzazione del Parlamento e della Lega che era alleato di governo, Conte abbia dato l’ok dell’Italia, e sarebbe alto tradimento, per trasformare il Fondo salva-Stati in un fondo ammazza-Stati“.

Tale riforma vuole trasformare il Mes in una sorta di meccanismo di stabilizzazione dei rischi sui debiti sovrani, facendo in modo che le procedure e le condizioni per ricorrere agli aiuti dello stesso siano automatiche. Una situazione che crea indubbiamente disagi a quei Paesi che, come l’Italia, presentano difficoltà economiche. Non solo, questo comporterebbe che il nostro Paese debba versare altri soldi senza avere la certezza di poter mai beneficiare di alcuna assistenza.

Sarebbe un’enorme fregatura per il popolo italiano e i risparmiatori – prosegue Salvini -. Rischia di essere un crimine nei confronti di lavoratori e risparmiatori. Se qualcuno ha firmato lo dica adesso, si ponga rimedio prima che sia troppo tardi. Altrimenti sarà alto tradimento e per i traditori il posto giusto è la galera“. Una battaglia che l’ex ministro non sembra voler abbandonare. D’altronde lo aveva promesso anche sulla questione Russiagate e così è stato: il premier si è presentato all’interrogazione chiesta dal Copasir. liberoquortidiano.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -