Neve in Alto Adige, 39.000 persone senza corrente elettrica

Condividi

 

Strade chiuse, alberi crollati e problemi alla viabilità in Alto Adige, dove la neve caduta anche a quote medio basse ha provocato disagi e danni. Super lavoro per i vigili del fuoco, impegnati in oltre 280 interventi. Dalle 19 di ieri alle 10 di questa mattina sono state oltre 400 le chiamate ricevute dalla Centrale di emergenza di Bolzano a causa del maltempo. Per via dei guasti sia alle linee in alta tensione di Terna, che alla rete del gestore Edyna, sono circa 39.000 gli utenti complessivamente colpiti da disservizi.

La caduta di alberi, oltre ad arrecare gravi danni alla rete elettrica, ha avuto ripercussioni anche sulla viabilità, al punto che diverse zone risultano irraggiungibili ostacolando gli interventi di ripristino. La società di distribuzione Edyna sta lavorando ininterrottamente al ripristino della rete. I problemi maggiori riguardano l’area dolomitica, in particolare la val Pusteria, la val Badia, la valle Isarco e una piccola zona della val d’Ega.



Particolarmente critica è stata la situazione la scorsa notte, tanto che alle 3:20 è stato dichiarato lo stato d’emergenza in considerazione dell’elevato numero di linee elettriche in media tensione coinvolte. È stata chiusa anche la linea ferroviaria della val Pusteria, a causa della caduta sui binari di diversi alberi, anche di grandi dimensioni. “Restate a casa, anche se manca la corrente elettrica. La sicurezza va prima di tutto”, ha scritto su Facebook Martin Ausserdorfer, sindaco di San Lorenzo di Sebato, in val Pusteria.

TISCALI NEWS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -