Pugni a due donne senza motivo, assolto per “disagio psichico”

Condividi

 

L’antefatto: immagini brutali quelle immortalate dalle telecamere di videosorveglianza poste nel sottopasso della stazione ferroviaria: la scena ripresa è quella dell’aggressione subital’11 settembre da due donne, vittime casuali della furia di un giovane straniero. Il filmato – prontamente rimosso – mostrava l’uomo dalla stazza imponente, classe 1995 e originario del Togo, buttare a terra una 18enne che si apprestava a salire le scale, poi si muove con sfida nel sottopasso e punta una seconda donna. Sembra quasi passare oltre, invece carica il pugno e colpisce con estrema violenza la passante.

https://lecconotizie.com – Un disagio psichico troppo grave: si è concluso con l’assoluzione per vizio totale di mente il processo a carico di Manaf Abuel Cocobissi, classe 1995 e originario del Togo ma in Italia fin da giovanissimo con la famiglia, responsabile del pestaggio avvenuto lo scorso 10 settembre nel sottopasso della stazione ferroviaria di Lecco.



Il giudice Manzi ha pronunciato la sentenza intorno a mezzogiorno di venerdì al Palazzo di Giustizia davanti al ragazzo, che ha assistito all’udienza scortato dalla polizia, e alle due donne vittime dell’aggressione.

Il magistrato, alla luce della condizione psichiatrica del 24enne (riscontrata da tempo), lo ha assolto ma ha previsto nei suoi confronti una misura di sicurezza di due anni, durante i quali il ragazzo dovrà essere ospitato e seguito in una struttura idonea.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -