Tenta di sfilare pistola a un agente e spacca la mano a un altro, arrestato nigeriano

VICENZA. Spacca la mano ad un poliziotto durante una collutazione. Spacciatore viene bloccato in via Verdi a Campo Marzo e arrestato. È così finito in manette Clement Irabor, 26 anni, nigeriano, arrestato per spaccio, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.
L’uomo nascondeva palline di eroina e cocaina nelle tasche dei pantaloni e in bocca. Per questo, quando verso le 15 di ieri, venerdì, è stato fermato da una pattuglia delle volanti a Campo Marzo, insospettite dagli atteggiamenti del 26enne, è fuggito in sella ad una bici. Una volta bloccato dagli agenti, però, ha reagito violentemente arrivando a spaccare con un calcio la mano ad un poliziotto.

Come scrive il Giornale di Vicenza, il nigeriano – un richiedente asilo in Italia dal 2016, segnalato per comportamenti violenti in una comunità di accoglienza del centro Italia e denunciato per reati contro la persona – aveva tentato di allontanarsi alla vista della pattuglia del reparto Prevenzione Crimini di Padova, in supporto ai colleghi di Vicenza. Dapprima aveva rivolto gesti offensivi contro gli agenti e una volta bloccato ha tentato di divincolarsi, sputando le palline di droga che aveva in bocca contro i poliziotti e tentando di sfilare loro la pistola d’ordinanza dalla fondina.

A quel punto, a dar man forte ai tre agenti sono arrivate una volante della Questura e una pattuglia dell’esercito, ma il nigeriano ha continuato a divincolarsi, mordendo le mani agli operatori. Alla fine, l’uomo è stato immobilizzato e ammanettato. In quel frangente il 26enne, al quale era stato revocato il permesso di soggiorno per motivi umanitari, ha sferrato un calcio a uno dei poliziotti, colpendolo alla mano e provocandogli la frattura del metacarpo.

Condividi