Rapina con cocci di bottiglia, feriti padre e figlio. Arrestato algerino

Milano – Per un uomo di 54 anni e suo figlio 20enne una tranquilla serata trascorsa a passeggiare lungo i Navigli di Milano si è trasformata in un vero e proprio incubo fatto di violenza, paura e sangue. I due, infatti, intorno alle 22:30 sono stati aggrediti e feriti in modo serio da un giovane algerino che voleva sottrarre al ragazzo il cellulare.

Le vittime, per allentare la morsa del caldo ferragostano, avevano deciso di uscire di casa e per una breve camminata in zona Darsena. Giunti in via Gorizia, padre e figlio sono stato notati dall’extracomunitario che si è avvicinato in modo minaccioso al 20enne e, armato con cocci di bottiglia, gli ha intimato di consegnargli il telefono.

I due, però, seppur spaventati hanno provato a difendersi. L’inaspettata reazione ha fatto perdere la testa all’algerino che, invece di desistere dall’azione criminale, si è scagliato contro le sue prede con il vetro scheggiato riuscendo a ferirle entrambe.

Subito è scattato l’allarme. Sul posto è arrivata la polizia che in poco tempo ha individuato e arrestato lo straniero. Le vittime dell’aggressione sono state condotte in codice giallo al Policlinico.

www.ilgiornale.it

Condividi