Bergamo, ferisce 4 agenti: arrestato nigeriano con documenti non validi

Condividi

 

Quattro poliziotti sono rimasti feriti durante le operazioni di fermo e fotosegnalazione di un nigeriano di 26 anni a Bergamo. L’episodio risale allo scorso mercoledì, quando gli uomini della questura sono intervenuti nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Bergamo per soccorrere un uomo di nazionalità nigeriana. Quest’ultimo, aggredito da tre connazionali, ha poi preferito non sporgere alcuna denuncia nei confronti dei responsabili.

Quando i poliziotti sono giunti sul posto, solo due dei responsabili si trovavano ancora nelle vicinanze del luogo dell’aggressione e sono dunque stati fermati. Il terzo complice, invece, aveva già fatto in tempo a sparire ed a far perdere le proprie tracce. Nervosi fin da subito, i due africani hanno consegnato agli agenti dei documenti di identificazione non validi. Per questo motivo si è reso necessario il trasferimento dei facinorosi presso gli uffici della questura di Bergamo, ma l’operazione è stata tutt’altro che semplice.



Uno dei nigeriani, un 26enne, ha infatti reagito con violenza nei confronti degli uomini in divisa, che ha cercato in ogni modo di allontanare da sè, spintonandoli e prendendoli a calci. Le intemperanze dello straniero, tuttavia, non si sono concluse con le manette, dato che all’arrivo in questura lo spettacolo è proseguito.

Come riportato dalla stampa locale, infatti, anche le operazioni di identificazione e fotosegnalamento sono state accompagnate da episodi di violenza, tanto che alla fine sono quattro in tutto i poliziotti a rimanere feriti. Gli agenti sono stati trasportati al pronto soccorso per le cure del caso, a causa delle lesioni riportate. Sono 20 i giorni di prognosi per uno di essi, 10 per altri due e 4 per il quarto.

Durante il giudizio direttissimo, il giudice ha convalidato il fermo e la detenzione in carcere, in attesa del provvedimento di espulsione programmato.

www.ilgiornale.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -