Migranti, card Bassetti: italiani paralizzati dalla paura, la chiesa li deve educare

Condividi

 

“Il Governo di qualunque colore sia deve nascere su un progetto, su punti concreti non su un contratto”: lo ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti intervistato da Claudio Sabelli Fioretti al Corciano festival.
Il porporato si è soffermato sui principali temi politici del momento.

“La crisi – le sue parole – ha portato sofferenza e la sofferenza ha portato alla rabbia. La politica deve essere un servizio di carità per i cristiani”. Il presidente della Cei ha parlato anche di Unione europea. “Doveva essere l’Europa dei popoli – ha detto – invece è diventata l’Europa del carbone e poi quella delle banche”.



E soffermandosi sul tema dei migranti ha sostenuto che non devono venire “prima gli italiani ma chi ha bisogno”. “Gli italiani – ha aggiunto – non sono razzisti. Sono paralizzati dalla paura che impedisce qualsiasi apertura verso l’altro. La Chiesa ha l’obbligo di educare, di liberare la gente dalla paura, basandosi sull’incontro e il dialogo”.  ANSA



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -