La tedesca Rackete querela Salvini: “Sequestrate i suoi profili social”

Condividi

 

Carola Rackete, capitano della nave Sea Watch 3 dell’organizzazione non governativa tedesca Sea Watch, ha querelato Matteo Salvini. Dopo averlo annunciato negli scorsi giorni lo ha fatto davvero per “diffamazione aggravata” e “istigazione a delinquere”. Nella denuncia chiede ai magistrati di sequestrare i mezzi attraverso cui passa quello che lei definisce il “messaggio d’odio”: le pagine ufficiali su Facebook e Twitter di Matteo Salvini.

Carola ha poi definito “assolutamente corretta” la sua decisione di violare il blocco posto intorno a Lampedusa in esecuzione del decreto sicurezza bis al fine di sbarcare nel porto dell’isola i migranti a bordo della sua unita’.



In un’intervista rilasciata all’emittente televisiva tedesca “Zdf”, Rackete ha definito “corretta” la decisione di violare il decreto sicurezza bis perche’ fondata “sui rapporti de medici di bordo riguardo lo stato di salute dei migranti e su quanto riferito dai membri dell’equipaggio, a contatto costante con loro”. Sulla Sea Watch 3, ha proseguito Rackete, la situazione era “tanto deteriorata da non poter piu’ garantire la sicurezza delle persone a bordo” e rendere necessario l’ingresso nel porto di Lampedusa. Per Rackete, infine, “salvare vite umane e’ molto piu’ importante di un’azione penale”.  affaritaliani.it

“Pronto, Sea Watch? È partito un gommone da Zuara”


Questa volta c’è “ciccia”? Si parla dei presunti rapporti tra ong e scafisti, da tempo nel mirino di Matteo Salvini, il quale ha infatti sganciato la bomba: “I magistrati hanno elementi concreti su telefonate fatte dagli scafisti a una ong dalla Libia“. Così ieri, martedì 9 luglio, il ministro dell’Interno in televisione. Il punto è […]

Carola non poteva essere liberata. La Gip conosce la legge?


Carola Rackete, la comandante tedesca della nave di Sea Watch, non poteva essere liberata. La Gip conosce la legge?

“Telefonate tra Carola, parlamentari Pd e Procura”


“La politica conta nulla, la politica la fanno i giudici. Ad Agrigento prima il Pm fa il duro e arresta Carola Rackete, ma il gip usa il guanto di velluto e la rimette in libertà. Poi il prefetto espelle Carola e il pm usa il velluto e dice che non è possibile. Tutti d’accordo per […]

Rackete libera, ammiraglio De Felice: costernato come tutti i veri militari


di Nicola De Felice – pagina Facebook Caso Sea Watch: sono costernato come tutti i veri militari ed i liberi cittadini: il GIP di Agrigento non convalida l’arresto della Conduttrice Rakete perché la Tunisia non risulterebbe porto sicuro quando migliaia di turisti fanno settimanalmente le crociere in quei porti??? E poi la motovedetta della GdF […]

Cocer GdF: “Basta tifo da stadio, Carola ha violato ogni divieto”


Non si placano le polemiche sulla vicendaSea Watch e sul comandante Carola Rackete. In attesa della decisione del gip sulla convalida dell’arresto, Giovanni Cutrupi, delegato Cocer Guardia di Finanza, commenta l’accaduto: “Quando la vita di militare della Guardia di Finanza vale meno degli altri esseri umani – spiega – In questi giorni leggendo molti interventi che esprimono […]

 



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -