“Sbirri di mer…” si scaglia contro l’agente e gli spezza un dito

Condividi

 

Paoloni (Sap): «Terza aggressione in 24 ore. Abbiamo iniziato a contarle. Basta lasciare i colleghi in balia dei balordi»

«Solo nelle ultime 24 ore si sono registrate ben tre aggressioni nei confronti delle forze dell’Ordine: Ravenna, Reggio Emilia e Torino. A Torino un 38enne trovato in possesso di sostanze stupefacenti, dopo aver inveito contro i colleghi, proferendo parole sicuramente non piacevoli, ha spezzato un dito ad uno di loro. Il collega ha riportato una frattura con una prognosi di 25 giorni. A lui va il nostro augurio di pronta guarigione, ma non si può continuare così. Non possiamo essere lasciati in balia dei balordi». A dichiararlo è Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap).



«Le aggressioni nei confronti delle forze dell’ordine sono in continua crescita. Solo dall’inizio dell’anno in Polizia di Stato, abbiamo avuto quasi 250 feriti. E’ una situazione – prosegue Paoloni – che richiede l’immediata introduzione di norme a tutela del personale impegnato in strada e dotazioni idonee a rendere efficace e sicuro il servizio. Non è ammissibile non poter rientrare serenamente a casa a fine servizio, perché si è costretti a ricorrere alle cure in pronto soccorso, a causa di balordi che il più delle volte non pagano per quanto commesso. Per questo – conclude – un’altra priorità è quella di inasprire le pene per chi commette reati di violenza e resistenza nei confronti di un pubblico ufficiale. Aiuterebbe sicuramente a disincentivare questi comportamenti».



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -