Mattarella: il Sistema di diritti che mette al centro la persona si chiama Europa

Condividi

 

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha detto che la società moderna deve molto alla crescita del mondo del lavoro durante il suo discorso dedicato alle celebrazioni del Primo maggio.

“La società moderna deve molto alla crescita del mondo del lavoro. Una crescita di civiltà, non soltanto di ricchezza. I diritti del lavoro, sorti nella contrattazione, sono divenuti diritti universali e hanno plasmato un modello di Stato sociale che, via via, ha rafforzato le misure generali per l’assistenza, il bisogno, la malattia, la vecchiaia. Questo sistema di diritti, che mette al centro la persona, si chiama Europa.



Ma se l’Unione è nata grazie all’apporto degli Stati nazionali, adesso soltanto la forza unitaria del Continente può assicurare la difesa di quei principi, di quei capisaldi dell’ordinamento, di fronte all’incalzare della competizione globale.

I singoli Paesi che ne sono membri rappresentano un ambito troppo fragile per poter difendere efficacemente il lavoro e i diritti. L’Europa, invece, ha la dimensione, la storia e la cultura, per contribuire a un nuovo modello di sviluppo. Un modello più sostenibile sul piano ambientale come su quello della giustizia sociale.

L’Unione europea può fare ancora di più – deve fare ancora di più – incrementando il sostegno alle trasformazioni tecnologiche e produttive, attivando politiche e risorse proprie dell’Europa sociale per la riqualificazione professionale di chi ha perso lavoro e di chi lo sta cercando”, ha dichiarato.

https://it.sputniknews.com



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -