Pakistan: rivolta contro vaccinazioni, infermiera uccisa

Condividi

 

ISLAMABAD, 27 APR – Centinaia di migliaia di famiglie in Pakistan hanno rifiutato di fare vaccinare i loro figli per la poliomielite, dopo che voci si sono diffuse secondo le quali il vaccino potrebbe provocare forme di ‘isteria’, mentre operatori impegnati nel programma sono stati attaccati e una di loro è stata uccisa.

Ejaz Khan, un medico del programma per la vaccinazione, avviato questa settimana, ha detto che 700.000 famiglie hanno rifiutato il trattamento nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa. Alcuni residenti, infuriati, hanno anche attaccato e devastato un centro medico di base. Diverse squadre di sanitari impegnati nella campagna di vaccinazione, durata cinque giorni, sono state attaccate, nonostante fossero scortate da agenti di polizia.



Un’infermiera è stata uccisa e una ferita nella provincia del Baluchistan, mentre due poliziotti sono morti nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa. Il Pakistan, la Nigeria e l’Afghanistan sono i soli tre Paesi al mondo dove è ancora presente la poliomielite. (ANSA)



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -