Ostia: 60enne ridotto in fin di vita a colpi di mannaia, fermato cileno

Condividi

 

Un 60enne di Ostia è stato aggredito a colpi di mannaia e si trova in pericolo di vita ricoverato al San Camillo in prognosi riservata. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che, poco dopo, hanno fermato un 55enne cileno, residente anche lui a Ostia: l’uomo è accusato di tentato omicidio.

Il fatto è accaduto venerdì pomeriggio in via degli Aliscafi, dove i carabinieri della Compagnia locale e del Nucleo investigativo hanno trovato la vittima dell’aggressione in una pozza di sangue, con profonde ferite al volto, alle braccia e al torace. Poco distante poi è stata rinvenuta la mannaia sporca di sangue.



Dopo aver subito avviato le indagini, i militari dell’Arma hanno scoperto che il 60enne era stato aggredito da 4 uomini poi fuggiti via in direzione del porto turistico. Controllando la zona, in via delle Piroghe i carabinieri hanno individuato il 55enne, originario del Cile, in forte stato di agitazione e con ferite al volto e alle mani in merito alle quali non ha saputo fornire spiegazioni. L’uomo è stato portato all’ospedale Grassi per essere medicato ed è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio. Proseguono le indagini per individuare gli altri complici. (AdnKronos)



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -