Accusò di stupro il padre che non voleva farle cambiare sesso. 60enne assolto

Condividi

 

CAGLIARI, 1 MAR – Il padre non accettava la sua omosessualità e la scelta di cambiare sesso e diventare uomo, arrivando a minacciarla. Così una giovane 27enne di Cagliari ha falsamente accusato il genitore di abusi sessuali, facendolo finire sotto processo davanti al Tribunale del capoluogo sardo.
Il procedimento per violenza sessuale sulla figlia si è chiuso con l’assoluzione con formula piena nei confronti dell’imputato, un sessantenne cagliaritano. Ne dà notizia oggi L’Unione sarda.

L’avvocato difensore, Mario Canessa, ha prodotto in aula la lettera con la quale la giovane contestava alla famiglia di non essere stata accettata e compresa nella sua decisione di diventare un uomo, scegliendo di andare via di casa e di tagliare definitivamente i rapporti con i genitori. Ai giudici inoltre è arrivata la testimonianza di una zia con la quale la ragazza ha vissuto per anni: la donna ha detto che la nipote covava istinti vendicativi.  ANSA

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -