Bologna: Popolo della Famiglia critica l’iniziativa delle toilette gender-less

Condividi

 

COMUNICATO STAMPA – MEDICINA 18 gennaio 2019

POPOLO DELLA FAMIGLIA CON MIRKO DE CARLI, CRITICA L’INIZIATIVA A BOLOGNA DELLE TOILETTE GENDER LESS

L’iniziativa portata avanti dall’associazione LGBT “DIRE” è l’ennesimo tentativo di propinare il concetto di identità di genere prescindendo da quello biologico

http://www.bolognatoday.it/cronaca/cassero

Il Popolo della Famiglia, nella persona del coordinatore nazionale Alta Italia Mirko De Carli e Marco Dall’Olio presidente del circolo di Imola e Medicina, esprimono totale dissenso all’iniziativa promossa dell’associazione “DIRE”, di distribuire targhette dei bagni per tutte le persone senza differenza di genere, realizzate al Cassero Lgbti center di Bologna.

Figuriamoci se anche sui bisogni fisiologici occorre aprire una discussione sulla necessità di dover includere le persone che si sentono diversamente rispetto al proprio sesso biologico, nessuno vuole, sia ben chiaro, discriminare alcuno per il proprio orientamento sessuale ma è fuori dubbio che sul dover scegliere in quale bagno entrare sia senza ombra di dubbio in funzione dell’apparato genitale di ognuno.
Spiegare l’ovvio purtroppo è diventata “un bisogno impellente” è proprio il caso di dirlo, da quando le associazioni LGBT, lautamente finanziate da poteri forti che hanno come scopo certamente, non quello di eliminare le discriminazioni delle persone omosessuali, bensì quello di inculcare il concetto di fluidità del genere anche in chi questo problema non ce l’ha.

Il Popolo della famiglia ce l’ha scritto sul simbolo “no gender nelle scuole” perché sa che è nelle giovani generazioni che l’attacco gender è più subdolo.
Il Popolo della famiglia, il partito che fa della famiglia, della vita e della libertà educativa, il suo cavallo di battaglia, sta da alcune settimane raccogliendo le firme nei gazebi in tutta Italia, per essere presente alle prossime elezioni europee e per la legge di iniziativa popolare del reddito di maternità: 1000 euro al mese per otto anni alle mamme italiane che si occupano in via esclusiva dei figli.

Mirko De Carli coordinatore Nord Italia Popolo della famiglia
Marco Dall’Olio presidente del circolo Popolo della famiglia di Imola e Medicina

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -