Racket occupazioni abusive, centri sociali imbrattatano sede Aler

MILANO, 17 DIC – “Solidarietà ad Aler per le intimidazioni e le scritte ‘basta sgomberi’ con cui oggi i centri sociali hanno imbrattato la sede di viale Romagna” a Milano. Lo afferma l’assessore regionale alle Politiche sociali e abitative, Stefano Bolognini, rendendo nato l’accaduto.

“Evidentemente gli sgomberi e gli arresti degli ultimi giorni danno fastidio a chi vive nella violenza e nell’illegalità, ma non per questo le forze dell’ordine e Regione Lombardia rallenteranno il loro operato” ha assicurato Bolognini, auspicando che “i responsabili vengano presto identificati e siano obbligati ai lavori socialmente utili, partendo magari dalla pulizia delle scritte nelle case Aler”.

“Già domani – ha aggiunto l’assessore leghista – in Prefettura confermeremo lo sforzo e l’impegno di Aler e Regione Lombardia per proseguire le azioni di legalità e nei quartieri popolari, e voglio ringraziare nuovamente le forze dell’ordine per le numerose operazioni che stanno compiendo nelle case popolari”. (ANSA)

Milano, racket case occupate: 9 attivisti centri sociali arrestati per associazione a delinquere

Condividi