”Porno per bambini”, a Milano la mostra di un immigrato brasiliano

Fantasmi col durello, richiami ad opere contemporanee ed una buona dose di irriverenza. A grandi linee è così che potremmo riassumere “Porno per Bambini”, il progetto dell’artista brasiliano che preferisce rimanere nell’anonimato. Lo scriveva qualche tempo fa la la rivista Darlin che ha intervistato l’autore, un immigrato brasiliano in Italia, dove ha completato gli studi e attualmente lavora.

Dice di sé: “Ciao, sono un ragazzo brasiliano nato nel 1984. Ho studiato pubblicità in Brasile e mi sono laureato in pittura a Brera. Vivo a Milano ormai da un po’ e la fermata della metro Loreto mi è diventata sorprendentemente familiare, anche se sogno ancora Rio de Janeiro.”

Dalla pagina web dedicata alla mostra:

“Un nome, un programma.
I social lo censurano, le mamme lo querelano, ma nulla possono contro l’ingenuità del gesto amoroso, la semplicità e l’innocenza del proprio sesso.

Ma origine e senso della ricerca stilistica e artistica di P***operbambini è proprio dare sfogo alla sessualità primigenia, erotica e sensuale nella sua naturalezza più viva, contro i nuovi bigottismi o proprio contro l’esibizione e il consumo commerciale dei corpi.

Non c’è pornografia, non c’è voyeurismo, solo fantasia e divertimento.

Una grande nuova mostra per raccogliere tutta la produzione di P***operbambini, dalle origini ad oggi, con tante nuove produzioni che potrete anche portarvi a casa.

In occasione del Natale non c’è migliore regalo che un po’ d’amore, o sesso spinto.

Vernissage giovedì 13 dicembre ore 19.00
Finissage venerdì 21 dicembre ore 19.00 […]

http://www.lampo.gallery/index/

 

 

Condividi