“Ci sono gli spiriti nel centro di accoglienza”, migranti bloccano la strada

Antiche superstizioni, una regia “occulta” e il terremoto: tre ingredienti che a Palmoli (Chieti) ieri mattina hanno dato vita al clamoroso blocco dell’unica strada di accesso al paese. Il traffico sulla provinciale è stato interrotto dai migranti presenti nelle due strutture (uno Sprar e un Cas) che si sono messi in mezzo alla strada non facendo passare alcun mezzo.

A protestare erano gli ospiti dell’ex convento in gran parte donne di nazionalità nigeriana con bambini al seguito. Il motivo? La presenza di “spiriti» nella struttura: una credenza alimentata nei giorni scorsi da un gruppo di ospiti di nazionalità serba (14 persone) e rafforzata, fatalmente, dalle scosse di terremoto di giovedì sera.

Il blocco è andato in scena alle 6 del mattino: nessuna auto ha potuto lasciare il paese né entrarvi. Dopo circa due ore, l’intervento dei carabinieri dalle stazioni di San Buono, Fresagrandinaria, Celenza sul Trigno ha permesso di sgomberare l’arteria.

Leggi l’articolo completo >>>>

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -