Migrante vuole partire in aereo senza biglietto, calci e pugni ai poliziotti

Condividi

 

Vuole partire senza biglietto. Calci e pugni a poliziotti e finanzieri in aeroporto a Brindisi. Francesco Pulli (Sap): «Servono Taser e risorse. Ci appelliamo a Prefetto e Questore»

Momenti di panico questa mattina presso l’aeroporto del Salento di Brindisi, dove uno straniero di origine africana è andato in escandescenze perché pretendeva di viaggiare sprovvisto di titolo di viaggio. Per placare la furia del giovane sono intervenuti poliziotti e finanzieri colpiti a calci e pugni. Uno di loro è finito in ospedale. Sul posto necessarie tre ambulanze.

«Ennesima aggressione ai poliziotti della polizia di frontiera da un cittadino straniero. Occorre essere immediatamente dotati di pistola taser» è questo il commento di Francesco Pulli, Segretario Nazionale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap).

«Facciamo appello a Questore, Prefetto e Direttore della Polizia di Frontiera IX zona di Bari, affinché si attivino subito anche per un incremento delle risorse umane. Questura e specialità – continua Pulli – sono ridotte all’osso. Il Sap – conclude – esprime solidarietà al collega e gli augura una pronta guarigione».

Roma, 26 luglio 2018

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -