Pioltello, marocchino pesta due agenti: naso e costole rotti

Milano – Testate, calci e una resistenza strenua, violenta. Follia venerdì pomeriggio fuori dalla stazione ferroviaria di Pioltello, nel Milanese, dove un uomo di trentatré anni – un cittadino marocchino regolare in Italia ma con precedenti per droga – si è scagliato contro due poliziotti, ferendoli.

Tutto è iniziato pochi minuti prima delle 15, quando gli agenti hanno sorpreso il 33enne a spacciare proprio all’esterno dello scalo ferroviario. Gli uomini della Polfer hanno notato il pusher che consegnava qualcosa a un automobilista – poi subito ripartito – e hanno così deciso di intervenire.

Alla vista delle divise, però, lo spacciatore è andato su tutte le ferie e ha immediatamente aggredito gli agenti: uno è stato colpito con una testata in pieno volto che gli ha rotto il setto nasale, mentre l’altro è stato colpito con un violento calcio alle costole. Nonostante le ferite, i due poliziotti – anche grazie all’aiuto di alcuni uomini della Locale – sono riusciti dopo una colluttazione a bloccare l’aggressore, che è stato trovato in possesso di due grammi di hashish, ma non è escluso che sia riuscito a liberarsi di altra droga proprio durante lo scontro.

Il 33enne, arrestato, deve rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I due agenti feriti sono finiti entrambi in ospedale, con prognosi superiore ai venti giorni.

pioltello.milanotoday.it

Condividi