Siria, Paolo Magri: Nessuno ha prove certe, siamo in una propaganda di guerra

Condividi

 

Paolo Magri: “Nessuno ha prove certe, siamo in una propaganda di guerra e le immagini possono essere montate. Non sappiamo se siano state usate armi chimiche”.

Paolo Magri è Vice Presidente Esecutivo e Direttore dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e docente di Relazioni Internazionali all’Università Bocconi.

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Siria, Paolo Magri: Nessuno ha prove certe, siamo in una propaganda di guerra”

  1. Ernesto Marazzato

    Io prenderei le CERTEZZE E LE PROVE con le pinze. Stiamo parlando di guerra vera, non di chiacchiere e grida in TV. Che s’arrangiasse chi la vuole la guerra, sia esso Usa (che e’ sempre in guerra, ha una industria da sostenere) la Francia, la Russia o chiunque altro. Sulla Siria, Io personalmente ho poche idee e ben confuse! Non so voi, ma ho l’impressione di bere e mangiare quello che qualcun altro vuole e che NON ho scelto io! Per un Amendola che dice sì, sicuro in Italia ne trovo due che dicono No!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -