Siria, Paolo Magri: Nessuno ha prove certe, siamo in una propaganda di guerra

Condividi

 

Paolo Magri: “Nessuno ha prove certe, siamo in una propaganda di guerra e le immagini possono essere montate. Non sappiamo se siano state usate armi chimiche”.

Paolo Magri è Vice Presidente Esecutivo e Direttore dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e docente di Relazioni Internazionali all’Università Bocconi.

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Siria, Paolo Magri: Nessuno ha prove certe, siamo in una propaganda di guerra”

  1. Ernesto Marazzato

    Io prenderei le CERTEZZE E LE PROVE con le pinze. Stiamo parlando di guerra vera, non di chiacchiere e grida in TV. Che s’arrangiasse chi la vuole la guerra, sia esso Usa (che e’ sempre in guerra, ha una industria da sostenere) la Francia, la Russia o chiunque altro. Sulla Siria, Io personalmente ho poche idee e ben confuse! Non so voi, ma ho l’impressione di bere e mangiare quello che qualcun altro vuole e che NON ho scelto io! Per un Amendola che dice sì, sicuro in Italia ne trovo due che dicono No!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -