La Russia espelle 60 diplomatici e chiude consolato USA a San Pietroburgo

MOSCA, 29 MAR – Mosca ha annunciato l’espulsione di 60 diplomatici Usa in risposta alla decisione americana di espellere un uguale numero di diplomatici russi per il caso Skripal e revoca il consenso per il funzionamento del consolato generale americano a San Pietroburgo. Lo riferisce il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov.

“In questi minuti l’ambasciatore Usa John Huntsman è stato invitato al nostro ministero, dove il mio vice Serghiei Riabkov gli sta esponendo il contenuto delle misure di risposta nei riguardi degli Usa. Esse includono l’espulsione dei diplomatici e la decisione di revocare l’assenso per il funzionamento del consolato generale Usa di S.Pietroburgo”.

La Russia ha deciso di chiudere il consolato Usa a San Pietroburgo in risposta alla misura americana di chiudere il consolato russo a Seattle per il caso Skripal. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, aggiungendo che saranno espulsi lo stesso numero di diplomatici americani e occidentali dei russi allontanati. ansa

Il Caso Skripal è una bufala, la guerra dell’Occidente alla Russia è terribilmente vera >>>



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -