Un migrante in carne e ossa in grembo alla Madonna

Una replica in marmo della Pietà vaticana di Michelangelo Buonarroti senza il Cristo e un manifesto di grandi dimensioni che riproduce la stessa Pietà con un giovane di colore, in carne e ossa, disteso sul grembo di Maria al posto di Gesù: sono le nuove opere, di forte impatto visivo, dell’artista piemontese Fabio Viale, esposte dal 19 gennaio al 30 marzo nella nuova sede milanese della Galleria Poggiali, nello spazio Foro Bonaparte 52. La mostra, a cura di Sergio Risaliti, si chiama “Lucky Ehi”, dal nome di un giovane rifugiato nigeriano di appena 22 anni, di religione cristiana, con il tatuaggio di una croce sul braccio destro, costretto a fuggire dal suo Paese d’origine a causa delle persecuzioni religiose e ospitato ora a Torino nella cooperativa sociale “L’Isola di Ariel” che ha collaborato al progetto. La sua storia travagliata viene raccontata in una registrazione audio, incisa con la voce del ragazzo che nella stessa cooperativa ha cominciato anche a seguire corsi di teatro. Fabio Viale, quarantenne, cuneese, ha studiato all’Accademia Albertina di Torino. Conosciuto per le sue sculture in marmo e le sue performance, ha vinto il premio Cairo 2015.
di MARINA PAGLIERI e CARLOTTA ROCCI – http://torino.repubblica.it/

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -