Yemen, imponenti cortei contro l’embargo imposto dai sauditi

 

Imponenti manifestazioni di protesta a Sanaa, capitale dello Yemen, dilaniato da una guerra civile tra i ribelli sciiti huthi, sostenuti dall’Iran, e le forze governative, appoggiate da una coalizione militare araba a guida saudita. Migliaia di yemeniti di ogni ordine sociale hanno sfilato nelle strade per protestare contro l’embargo saudita che sta affamando il paese.

“Chiediamo a tutte le organizzazioni della società civile, alle corti di giustizia internazionale e a tutti i paesi del mondo di spiegarci perché ci è stato imposto questo blocco totale” ha detto un manifestante.”Che gli aggressori sauditi sappiano” ha aggiunto con toni molto più aggressivi un leader tribale, “che noi yemeniti giuriamo di non dargli mai più tregua e che non abbiamo paura del loro embargo o dei loro aerei”.

La situazione preoccupa anche le Nazioni Unite. Lo Yemen dovrà affrontare la carestia più grave al mondo, con milioni di persone a rischio di morire di fame, se la coalizione araba non revocherà il blocco che impedisce l’ingresso degli aiuti umanitari nel paese. Sono a rischio milioni di vittime, ha dichiarato Mark Lowcock, sottosegretario generale Onu per gli aiuti umanitari. E a cui ha fatto eco il direttore generale dell’Unicef, Anthony Lake.La recente chiusura di tutti i porti e aeroporti in Yemen, ha detto Lake, sta rendendo una situazione catastrofica persino peggiore. Oggi quasi 400mila bambini in Yemen rischiano di morire per grave e acuta malnutrizione. (askanews)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -