Segreteria del Pci attacca la Boldrini: “ha ricevuto un neonazista dichiarato”

Alla Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini

Gentile Presidente,

apprendiamo che Ella, nel quadro di un incontro teso a stabilire forme di cooperazione parlamentare tra la Camera dei Deputati italiana e la Rada ucraina, ha ricevuto ufficialmente il Presidente della Rada Andriy Parubiy, dichiarando a commento del suddetto incontro di avere registrato una piena sintonia sul piano amministrativo e politico. Non ci risulta che sia stato da Ella espresso alcun formale distinguo nei confronti dell’operato del suddetto personaggio.

Come può immaginare, non condividiamo affatto la posizione assunta dal governo italiano e dalla stessa Unione Europea sulle drammatiche vicende che stanno a tutt’oggi colpendo la popolazione russofona residente nella parte orientale del territorio ucraino. E critichiamo fermamente il vergognoso silenzio con cui i Paesi membri dell’Ue hanno accolto la durissima repressione attuata dall’attuale Presidente e dal governo ucraini nei confronti delle forze comuniste e progressiste di quel Paese, nonché la riabilitazione di criminali di guerra e collaborazionisti nazisti. Ma, accanto a questo, c’è dell’altro che risulta a noi particolarmente intollerabile e che è quindi oggetto di questa nostra nota di protesta.

L’attuale Presidente della Rada ucraina da Ella ricevuto è un neonazista dichiarato. Ha infatti fondato nel 1991 il Partito Nazionale Sociale Ucraino, ideologicamente ispirantesi al Partito Nazional Socialista di Adolf Hitler. Ma ha anche avuto un ruolo operativo, avendo in questi anni guidato formazioni paramilitari di estrema destra, nazionaliste e razziste, che si sono rese protagoniste di pestaggi e sanguinose violenze: non è un caso che egli abbia avuto rapporti stretti con i responsabili del massacro di Odessa del 2 maggio 2014, dove sono stati uccisi migliaia di manifestanti che esprimevano la loro opposizione al colpo di stato in atto a Kiev.

Riteniamo assai grave che le istituzioni di un Paese antifascista quale è l’Italia intrattengano relazioni cordiali con personaggi di tal fatta. Pertanto Le chiediamo di fornire spiegazioni su tale intollerabile episodio.

In fede

La Segreteria nazionale del PCI

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Boldrini parla di fake news con un neonazista

Boldrini parla di fake news con un neonazista

Anche il presidente del Senato ha incontrato Parubiy



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -