Tar Liguria: revocata accoglienza a nigeriano spacciatore

GENOVA – Legittimo revocare le misure di accoglienza a un richiedente protezione internazionale indagato per spaccio di droga. Lo ha stabilito il Tar della Liguria, respingendo il ricorso di un cittadino nigeriano contro la Prefettura della Spezia.

“La commissione di reati in materia di stupefacenti integra una grave violazione delle regole della struttura alloggiativa in cui il richiedente protezione internazionale è ospitato – spiega il Tar nella sentenza -. Come risulta dai verbali, il ricorrente, indagato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, è stato trovato in possesso di droga contenuta in 4 sacchetti di cellophane”.

Il difensore del nigeriano aveva chiesto l’annullamento dell’atto della Prefettura sostenendo che lo straniero “non sarebbe stato trovato in possesso di alcuna sostanza stupefacente” e che “il possesso di sostanza stupefacente non sarebbe contemplata tra le ipotesi di revoca delle misure di accoglienza”. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -