Banca Popolare di Vicenza chiede aiuto allo Stato

Banca Popolare di Vicenza chiude il 2016 con un risultato netto negativo per 1,9 miliardi di euro. Lo comunica l’istituto. Sulla perdita hanno influito in particolare 1.078 milioni di rettifiche di valore su crediti, 367 milioni di rettifiche di valore su titoli e partecipazioni e 291 milioni di accantonamenti ai fondi rischi e oneri connessi al rischio litigations su azioni Bpvi e agli esiti dell’offerta di transazione ai soci.

A marzo la liquidità della Banca Popolare di Vicenza è “peggiorata quale conseguenza della significativa uscita di raccolta commerciale a seguito dei timori di bail-in connessi alle incertezze sul processo di ricapitalizzazione”. Per questo, si spiega dall’istituto, lo scorso 23 marzo il cda ha deciso di procedere con la richiesta a Banca d’Italia e al Mef. di un’ulteriore emissione di titoli con Garanzia dello Stato fino a un massimo di 2,2 miliardi di euro della durata di 3 anni. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -