“Facebook censura chi denuncia l’odio”, ira della Boldrini

 

ROMA, 19 GEN – “È inaccettabile che una piattaforma globale con 28 milioni di utenti solo in Italia, che dice a parole di voler combattere l’hate speech, usi poi la censura contro chi denuncia l’odio attraverso la pubblicazione di oscenità e violenza mentre non interviene nei confronti di chi lo mette in atto e se ne fa vanto”.

Laura Boldrini, presidente della Camera, attacca con un post Facebook dopo che una ragazza, Arianna Drago, le ha segnalato che era stato oscurata dal social network di Mark Zuckerberg una sua denuncia pubblica contro alcuni “gruppi chiusi” che insultano, inneggiano alla violenza e allo stupro contro le donne.

Ora, se i gruppi sono “chiusi”, bisogna vedere come faceva questa tale Adriana a sapere che vi si inneggiava all’odio, a meno che non vi facesse parte. E in tal caso, che cosa ci faceva in tali gruppi?



   

 

 

1 Commento per ““Facebook censura chi denuncia l’odio”, ira della Boldrini”

  1. La Boldrini fatica a tollerare l’ esistenza di un pensiero che non sia uguale al
    suo .Per fortuna esistono ancora persone non condizionate dalla propaganda proimmigrazione e filoislamIca.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -