“Mi appello ai Marinai e alle Forze dell’Ordine: Salviamo il Paese”

 

“MI APPELLO AI MARINAI E ALLE FORZE DELL’ORDINE, salviamo insieme il paese, DISUBBIDITE AD ALFANO” – E’ stato il predellino di Salvini, il comizio che ha inaugurato la stagione di cortei e di proteste contro Renzi . Un predellino che passerà alla storia.

Ecco l’alziamiento di Matteo Salvini

Video di Claudio Bernieri

Arrivano alla spicciolata, come in una kermesse popolare, i militanti della Lega e di Fratelli d’Italia davanti alla caserma Montello… Sono le prove generali del blocco delle strade intorno alla caserma, da tenersi ad ottobre perché a Milano quasi nessuno vuole piu’ clandestini e molti ormai protestano vivacemente…

Matteo Salvini guida un corteo per le strade intorno quella caserma che Alfano, Renzi e Sala vorrebbero riempire di clandestini fannulloni. Verrà fermato… un plotone di carabinieri in tenuta antisommossa è pronto a bloccare la marcia. Ma questa è una giornata speciale: ecco, Salvini sale su un paracarro e tiene un discorso che resterà nella storia.

L’appello alle forze dell’ordine per salvare il paese

L’esercito la pensa come noi, i ragazzi della Marina Militare la pensano come noi e si sono rotti le palle di fare gli scafisti : aspetto il momento in cui gli uomini in divisa scenderanno in piazza: a quel punto la partita l’avremo vinta. Polizia, militari, carabinieri mi dicono: “tenete duro perchè noi siano con voi”. Ovviamente indossano una divisa e lavorano per conto dello Stato. Aspetto che si facciano vivi pubblicamente perché non se ne può più. E le forze dell’ordine non ne possono veramente più. Aspetto il giorno che lo dicano pubblicamente, e poi arriverà il momento che disubbideranno anche loro.

Parole forti quelle di Matteo Salvini davanti alla caserma Montello, dove Alfano vorrebbe alloggiare migliaia di clandestini ( mantenuti con le tasse dei cittadini) e sfrattare i militari.

Il leader della Lega non usa giri di parole per chiarire le ragioni del suo “alziamiento”. Un invito esplicito alla Marina Militare, all’esercito e alle forze dell’Ordine a far sentire la loro voce e a disubbidire, quando i cittadini milanesi bloccheranno le strade intorno alla caserma, per non fare entrare i clandestini.

Sento quotidianamente polizia, carabinieri, guardia di finanza e penitenziara, marinai ed esercito : tutti c ne hanno le scatole piene e dicono noi non ce la facciamo più: ora li invito a darci una mano per riprenderci il paese, a un certo punto si può anche disobbedire una volta agli ordini sbagliati nella storia, torneremo qua alla Montello per vincere la battaglia. Certo, torneremo davanti a questa caserma…”

Salvini ha fatto capire insomma che la battaglia per difendere la Montello è appena iniziata. I clandestini non passeranno.. e hanno degli alleati rimasti finora nell’ombra. L’esercito.

E’ una mattinata storica quella che si vive intorno alla Caserma Montello. La Lega e Fratelli d’Italia hanno deciso di scendere in piazza e fare la prova generale di quello che avverrà quotidianamente ad ottobre intorno alla caserma: blocco stradale, blocco della circolazione, donne sdraiate davanti alle entrate nella caserma, picchetti di residenti per non far entrare gli pseudo rifugiati che trasformerebbero il quartiere in un suk, peggio della Stazione Centrale. Ma le centinaia di cronisti che seguono il corteo con alla testa Salvini sentono che nell’aria c’è qualcosa di strano e di eccitante, avvertono che in questi attimi si fa la storia. Salvini ha detto esplicitamente quello che da mesi si ventilava nelle piazze e nei palazzi., sommessamente. Ma la Marina Militare, ma l’Esercito, ma l’Arma perché non intervengono contro l’invasione?

Ora il dado è tratto, l’alziamiento nacional è stato annnunciato.Dal suo predellino Salvini promette una valanga di proteste e…. anche qualcosa di più. Un ammunitamento di marinai ? Un sollevamento dei corpi speciali impiegati dalla Pinotti per trasbordare scafisti e clandestini in Italia? Non è dato sapere. Lo vedremo ad ottobre.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

4 Commenti per ““Mi appello ai Marinai e alle Forze dell’Ordine: Salviamo il Paese””

  1. Voi dite?

    In una Nazione dove il plotone di esecuzione dovrebbe aver finito la santabarbara, per via di politici e magistrati al soldo del nemico le forse armate e di polizia dimostrano col loro fare di non essere da meno, ma finchè continueremo a pagare le tasse e questi a prendere lo stipendio, non serve certo un Savini davanti alla caserma montello, ma gli italiani che all’unisono non pagano più le tasse e basta.

  2. Bravissimo Salvini!

  3. Ha ragione da vendere Salvini, condivido pienamente con lui e chi la pensa come lui, aggiungerei che se c’è qualche manifestazione non lontana della mia cittadina sono pronto a parteciparvi.

  4. Speriamo sia ora di dire basta,dico ma almeno prima aiutassero gli italiani senza casa,con pensioni da schifo,famiglie in tenda,in macchina,che governo maledetto,si sta avverando il PROGETTO KALERGI???????????)

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -