Violenze ‘antirazziste’, 21 agenti feriti a Seattle

E’ di almeno 45 arresti e 21 agenti di polizia feriti il bilancio degli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine a Seattle, uno degli epicentri dell’ondata di proteste di ieri sera in diverse citta’ Usa dove si continua a scendere in strada con la scusa di protestare contro il razzismo e l’uso eccessivo della forza da parte della polizia. Alcuni dimostranti hanno lanciato contro i poliziotti petardi e altri esplosivi, oltre a grosse pietre e bottiglie. Altri hanno dato fuoco a un rimorchio e hanno appiccato un incendio in un cantiere, ha reso noto la polizia locale in una serie di tweet.

I manifestanti rifiutano il dispiegamento degli agenti federali voluto dal presidente Trump a Portland, altra zona calda del movimento di protesta.

A Seattle, per placare i manifestanti che avevano iniziato a distruggere le vetrine dei negozi, la polizia ha usato spray urticante e granate stordenti, a quanto riporta il New York Times. Altre proteste e tensioni si sono registrare ad Austin, Los Angeles e Portland.

Mani legate, Polizia Seattle scrive ai cittadini: “Non possiamo più proteggervi”

 

Condividi