Ginevra finto rito satanico al Cern: avviata indagine interna

 

E’ stata definita una “burla in piena regola” quella consumata all’interno del Cern, il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle.

Chiamato in causa il Cern ha subito smentito qualsiasi coinvolgimento: “Abbiamo molti ospiti che possono accedere ai nostri laboratori durante l’estate. Alcuni di loro, a volte, scelgono di lasciare un segno del proprio senso dell’umorismo. Anche se noi certo non sosteniamo questi scherzi”, è stato scritto in una nota. L’Organizzazione europea per la ricerca nucleare ha anche aperto un’indagine interna per far luce sul video-bufala. Ma aldilà dello scherzo di cattivo gusto il video pone degli interrogativi sul livello di sicurezza in uno dei centri di ricerca più rinomati al mondo.

Nel filmato, diffuso in rete l’11 agosto, si vedono diverse persone incappucciate che di notte fanno strani rituali intorno alla statua di Shiva, scultura alta due metri raffigurante la divinità indiana Shiva Nataraja, donata al Cern dal governo indiano per celebrare il centro di ricerca da lungo tempo associato con l’India.

Il rituale non si ferma all’oscura danza ma prosegue con un (falso) sacrifico umano: l’accoltellamento di una donna vestita di bianco. Le riprese sono state fatte dall’alto, da quella che sembrerebbe essere una finestra, e si interrompono bruscamente nel momento del ‘sacrificio’, con imprecazioni in inglese.

Il video ha fatto un tale scalpore da costringere il laboratorio a intervenire: ”Queste scene sono di certo state fatte all’interno del nostro complesso – ha dichiarato la portavoce del Cern – Ma noi non tolleriamo questo tipo di parodia, che può creare dei fraintendimenti sulla natura scientifica del nostro lavoro. E a questo proposito abbiamo avviato un’indagine interna”.

Alla domanda sulle procedure di sicurezza, evidentemente soggette a qualche falla, la portavoce ha risposto: “I tesserini di identificazione vengono controllati sistematicamente a ciascun visitatore, sia di giorno che di notte” .



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -