Merkel: “i jihadisti vogliono mettere in crisi la nostra posizione sull’accoglienza”

 

merkel-jihad

Contro “la minaccia del terrorismo” servono “nuove misure”. A dirlo è stata la cancelliera tedesca Angela Merkel in una conferenza stampa a Berlino, sottolineando la necessità di “una preparazione migliore, di un sistema di allerta migliore, della possibilità di mobilitare risorse più velocemente, dobbiamo essere più attenti alla radicalizzazione di queste persone”. Per questo l’esercito tedesco, il Bundeswehr, sarà “integrato” nella lotta al terrorismo in Germania.

“Ce la faremo, undici mesi fa non ho detto che sarebbe stato facile, ma ancora oggi sono convinta che la faremo”, ha detto la cancelliera in riferimento alla sua politica di accoglienza dei migranti avviata nell’agosto dello scorso anno. “E’ un momento storico – ha insistito nel corso di una conferenza stampa a Berlino – ma ce la faremo”.

La Germania “rafforzerà” i controlli sui rifugiati, ma “manterrà i propri principi” continuando ad accogliere chi lo merita, ha poi spiegato Merkel affermando che il ministero dell’Interno potenzierà i controlli, anche rafforzando lo “scambio di informazioni” con i Paesi nord africani e dell’area del Medio Oriente.

Nell’incontro con i giornalisti a Berlino, dove è tornata in anticipo dalle ferie, la Merkel ha detto ancora: i jihadisti “vogliono mettere in discussione la nostra posizione sull’accoglienza delle persone in difficoltà”, ma “noi ci opponiamo fermamente” ad un cambio di questa politica.

La cancelliera, poi, elencando le nuove misure che saranno adottate per rafforzare la lotta al terrorismo, ha fatto sapere che ci saranno criteri più rigidi per la deportazione dei migranti a cui sia stato negato l’asilo (il riferimento è al caso del richiedente asilo siriano autore dell’attacco di Ansbach la cui deportazione in Bulgaria era stata sospesa a causa dei suoi problemi psichici).

“Ai cittadini, alle cittadine tedesche dico che insieme all’integrazione vi sarà sicurezza”, ha promesso la cancelliera, sottolineando che si dovrà, anche a livello europeo, trovare “un equilibrio tra integrazione, libertà e sicurezza” per rispondere all’ondata di attacchi terroristici.

Verrà creato un Ufficio centrale delle informazioni, per monitorare la Rete e far scattare “un sistema di allerta migliore” per casi di radicalizzazione anche tra i rifugiati. Inoltre, la cancelliera tedesca ha poi parlato di nuove “esercitazioni anti-terrorismo” per le forze dell’ordine. Lo sforzo, ha sottolineato Merkel, deve essere fatto a livello europeo, anche sul fronte del maggior controllo della diffusione delle armi, teso soprattutto a limitare la vendita e il commercio di armi attraverso Internet. adnkronos

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Merkel: “i jihadisti vogliono mettere in crisi la nostra posizione sull’accoglienza””

  1. Si crede la signora Merkel! ma che fa ancora dopo quello che è successo fa finta che non è successo nulla e non succederà più nulla? a me sembra strano certi atteggiamenti dopo i fatti successi di recente con i Morti che chiedono vendetta!!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -