Migranti, Mogherini: bisogna salvare vite anche nel deserto

 

mogherini9

BRUXELLES, 17 GIU – L’Ue intende rafforzare la sua cooperazione con i Paesi del Sahel per mettere fine alle morti dei migranti anche nel deserto, lavorando alla gestione delle frontiere sud della Libia. Lo ha spiegato l’Alto rappresentante per la Politica estera Federica Mogherini al termine dell’incontro con i ministri dei Paesi del G5 Sahel.

“C’è una preoccupazione condivisa con il Sahel per la sicurezza e la gestione delle frontiere della Libia”, per cui “per noi è fondamentale sostenere la cooperazione con i Paesi frontalieri del sud della Libia, come il Ciad che hanno esperienze da condividere”, ha sottolineato Mogherini, ricordando che “il Sahel è zona sia di origine che di transito dei flussi migratori“. Mogherini ha annunciato che presiederà oggi una “riunione chiave” con l’Ue come facilitatore tra Libia e Niger “sulla gestione delle frontiere sud della Libia”. ”

E’ qualcosa di estremamente importante per i due lati, da quello europeo per la necessità del controllo del flusso dei migranti, ma anche per i libici perché altrimenti diventa ancora più difficile da gestire la situazione di quello che è già”, ha sottolineato l’Alto rappresentante. Soprattutto, ha aggiunto, “dopo quello che è successo ieri in Niger” con 34 vittime di cui la maggior parte bambini e donne morti di sete nel Sahara, “è una questione umanitaria, non dobbiamo solo salvare le vite nel Mediterraneo bisogna fare la stessa cosa anche nel deserto prima che arrivino sulle coste, e questa è una responsabilità che condividiamo“.

La Libia, infatti, “è diventato il punto di concentrazione per tutti quelli che vogliono attraversare il Mediterraneo”, ha sottolineato il ministro degli esteri del Ciad Moussa Faki Mahamat a nome del G5 Sahel, “dobbiamo trovare il modo di controllare questa frontiera”. (ANSAmed).

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -