Cucù, gli 80 euro non ci sono piu’: non era un bonus ma un pacco

 

Renzi-80euroBeffati dal bonus. E costretti a restituirlo. È accaduto a 1,4 milioni di italiani che nel 2015 hanno ricevuto lo sconto Irpef da 80 euro in busta paga e, poi, sono stati costretti a rinunciarvi perché guadagano troppo poco.. Un conto da oltre 750 milioni.

La restituzione è toccata a parecchie persone, circa uno su otto di chi lo aveva ricevuto.  Circa 798mila lavoratori lo hanno dovuto restituire integralmente in sede di dichiarazione. L’aspetto più antipatico della vicenda è che i contribuenti interessati, pur avendo percepito il bonus Renzi di 80 euro a rate durante l’anno precedente, devono restituire l’importo in un’unica soluzione.

Centinaia di euro in una botta sola. Di questi 341mila avevano un reddito sotto i 7.500 euro all’anno, scrive il Fatto. Un sacrificio, ma soprattutto una beffa. Il beneficio, infatti, spetta a quanti hanno un reddito compreso tra gli 8mila – la soglia di incapienza, sotto cui non si pagano le tasse – e i 26mila euro. La richiesta la presentano i datori di lavoro, che devono “determinare la spettanza del credito e il relativo importo sulla base dei dati reddituali a loro disposizione”, come dice la stessa Agenzia delle Entrate

 

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi

 

One thought on “Cucù, gli 80 euro non ci sono piu’: non era un bonus ma un pacco

  1. Maledetto!!! è successo anche a me! Mi sono ritrovata con la busta paga di marzo di 450 euro e quella di aprile di 380!!!! VERGOGNA!!!!! ci ha presi in giro!!!!

Comments are closed.