Gran Bretagna: i cristiani non sono più in maggioranza

 

LONDRA, 24 MAG – E’ ‘crisi’ della religione in Gran Bretagna, col Cristianesimo che perde il suo primato. Secondo uno studio pubblicato dal Guardian è infatti inarrestabile la secolarizzazione del Regno: il 48,5% della popolazione di Inghilterra e Galles si dichiara non religiosa, mentre una minoranza del 44% si definisce cristiana, di confessione anglicana o cattolica. I non credenti, inoltre, sono quasi raddoppiati rispetto al 25% del 2011, un dato molto allarmante per le autorità cristiane del Regno che non riescono ad arrestare la perdita di interesse dei britannici per la religione.

Come ha spiegato Stephen Bullivant, studioso di teologia alla St. Mary’s Catholic University di Twickenham e autore della ricerca, il cristianesimo perde il primato come religione professata oltre che praticata. Il fenomeno ricorrente è quello di persone che sono state cresciute come cristiani ma che diventando adulti si sono sempre più allontanate dalla Chiesa.

Quello che nessun teologo dice è che in Gran Bretagna avanza inesorabilmente l’islam.

Mohammed è il nome più popolare tra i neonati in Gran Bretagna (ma secondo i media di regime, i musulmani rappresentano appena il 4% della popolazione britannica)

Quando gli inglesi lo hanno saputo dai giornali, hanno cominciato a inondare i siti web di commenti. «L’Inghilterra è finita», annotava mestamente un lettore. «Come ha potuto il governo lasciare che accadesse?» si domandava un altro. Dopo pochi minuti, l’«Independent» è stato costretto a chiudere il suo blog, perché le reazioni, incredule e sgomente, stavano diventando impubblicabili.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -